Domini .IT, cambiano (in meglio) le regole di rilascio dei domini scaduti 1

registroPoco più di un mese fa, il 24 Giugno 2013, il NIC.it ha compiuto un grande passo verso la trasparenza e verso gli standard seguiti dalla maggior parte dei registry internazionali, cambiando il meccanismo con il quale gestiva i domini in scadenza, in particolar modo per quel che riguarda il periodo successivo allo stato di pending delete.

La modifica introdotta riguarda due aspetti: la pubblicazione quotidiana delle liste dei domini scaduti che verranno rilasciati, e l’introduzione di due momenti precisi della giornata, alle 09:00 e alle 16:00, nei quali viene effettuato il rilasciato.

Così descrivevamo all’interno della nostra Guida al Backorder (che vi invitiamo a leggere se volete sapere qualcosa in più sui domini in scadenza e su come fare per prendere i domini scaduti) il metodo scelto dal NIC.it:

Commento: la scelta del minuto randomico nei 5 giorni di pending delete è stata originariamente fatta per scoraggiare domainers e accaparratori di domini scaduti, non creare una ressa di chiamate ad un momento prestabilito della giornata, e dare teoricamente a tutti la possibilità di prendere un dominio appena scaduto, rendendo il sistema più democratico senza lasciarlo nelle mani di pochi. Sebbene l’ambizione fosse nobile, in realtà il risultato è stato quello di consegnare comunque il mercato nelle mani di pochi (è molto più difficile monitorare un dominio ininterrottamente per 5 giorni rispetto che farlo in un orario fisso, quindi riuscirà a farlo solo chi ha a disposizione motivazioni forti e risorse importanti), con l’aggravante che avere tanti soggetti che per ogni dominio fanno chiamate continue per 5 giorni è più pericoloso per la stabilità del sistema rispetto al concentrare tutto in qualche minuto o ora.

 

Il metodo adottato dal NIC.it fino a qualche settimana fa presentava quindi due problemi principali:

  1. Le liste ufficiali dei domini in rilascio non esistevano, e ci si doveva quindi basare su liste non ufficiali tenute dai vari operatori del settore, che non erano mai complete al 100%, e in ogni caso la conoscenza restava nelle mani di pochi. Questo problema non esiste più, perché adesso chiunque può andare nella sezione Drop Time del sito del NIC.it e vedere tutti i domini che verranno rilasciati oggi e domani.
  2. La cancellazione casuale effettuata in un minuto a caso durante i 5 giorni di pending delete, sebbene teoricamente “democratica” perché metteva tutto nelle mani del caso, ha prodotto una situazione in cui qualche operatore professionale faceva per giorni migliaia di chiamate continue per verificare se il dominio si era liberato, rallentando notevolmente tutto il sistema. Il cambio introdotto non dà comunque vantaggi al singolo utente che vorrà registrare manualmente un dominio scaduto (l’operatore professionale avrà sempre un maggiore know-how e una migliore velocità di esecuzione), ma almeno adesso il picco di chiamate è limitato a due singoli momenti della giornata. Inoltre, dando un orario di rilascio ufficiale si ha anche una maggior trasparenza, evitando i dubbi di chi poteva pensare che alcuni operatori potessero godere di qualche “soffiata”.

Adesso quindi per cercare quali domini .IT stanno per essere rilasciati sarà sufficiente andare sul sito del NIC.it, scaricare le liste e cercare il dominio che più ci interessa.

Dopodiché, per essere sicuri della riuscita vi consigliamo comunque di rivolgervi ad una delle società specializzate nel backorder, che abbiamo recensito nella nostra Guida.

In bocca al lupo!